Tempo di incontri e di grandi ritorni quello che sta per arrivare, ma onde evitare di creare inutili illusioni e grandi delusioni, cerchiamo di capire bene di cosa sto parlando e come prepararsi a vivere veramente in modo costruttivo questo periodo.

L’ho già detto e lo ridico: questo è un periodo dove costruiremo il prossimo decennio. Ne parlerò diffusamente nel prossimo articolo mentre ora vedremo quello che si sta predisponendo a maggio. Lo tratto adesso perché ci sono dei passaggi da seguire che partono da aprile.

In marzo si è concluso un ciclo vitale karmico legato al nostro vissuto passato. Dal 18 marzo al 20 di settembre si genera la cellula che poi sarà alla base del prossimo decennio della quale parleremo, appunto, nel prossimo articolo.

In maggio avremo la possibilità di unirci o riunirci a quelli che sono i nostri partner futuri, sia sentimentali, che progettuali, che animici. Andiamo a capire cosa intendo con queste tre definizioni:

sentimentali: persone con le quali ci siamo accordate di unirci a giusta maturazione per costruire assieme qualcosa di stabile e duraturo dal punto di vista sentimentale.

progettuali: persone che attraiamo con la finalità di sviluppare progetti assieme ma con le quali può non esserci nessuna relazione sentimentale.

animici: persone alle quali ci avviciniamo per crescere in modo positivo (non distruttivo) quindi amici o guide spirituali, o maestri che ci insegnano a maturare talenti terreni.

In realtà queste persone possono essere state in avvicinamento già da marzo, ma restare altalenanti o esserci ostacoli vari fino a maggio o giugno.

Ma perché sta accadendo questo e cosa ci troviamo a vivere in aprile?

Partiamo dal perché. Noi abbiamo da smaltire il Grande Karma e il Piccolo Karma, nonché abbiamo come progetto la Piccola Missione e la Grande Missione.

Il Grande Karma è quello che ci trasciniamo dalle vite precedenti, non è legato alla nostra identificazione attuale ma ad un superprotagonista animico che cambia identità di vita in vita e che sta proseguendo una specie di serie tv della vita. Questo superprotagonista a volte non supera alcune e le trascina nelle vite successive: questo è il grande karma. Questa fase molti di noi, almeno chi è nella missione del risveglio, l’hanno già vissuta come prelududio dal 2008, poi sviluppata nel 2011 fino al 2021.

Il piccolo karma è quello della Legge di causa-effetto: piccoli errori che siamo tenuti a rivedere subito nel qui e ora per non appesantire il Grande Karma, che comunque dobbiamo continuare a smaltire al giro successivo.

La piccola missione è quella che affrontiamo giorno per giorno, nel riuscire a vivere in modo costruttivo le nostre giornate nelle sfide quotidiane.

La Grande Missione invece è quel qualcosa di pre-scritto, una sorta di canovaccio della nostra vita ma senza i particolari, che sono a discrezione del libero arbitrio, e con delle situazione pre-determinate, non fisse.

Cerco di spiegarvi con un esempio:

Missione Sociale: portare cambiamento.

Missione Animica: scegliere il proprio bene e imparare ad amare in modo libero.

La nostra vita sarà costellata da incontri che avranno lo scopo di farci raggiungere questi due obiettivi. A volte quindi saremo attratti da persone che devono aiutarci nella nostra missione Sociale e noi potremmo confonderli con la nostra Anima Gemella, perché sentiremo un’attrazione profonda, che parte da dentro. Ci innamoreremo poi di persone che ci rifiuteranno per obbligarci a imparare a volerci bene e lo vedremo come qualcosa di ingiusto. Infine potremmo esserci accordati con qualcuno di vivere nel concreto e duraturo una relazione d’amore, per metterci alla prova dopo aver vissuto la trasformazione e affinare i particolari come solo con in una relazione stabile possiamo fare.

Non è per tutti così, questo è solo un esempio, ma vi da l’idea di come la Missione trama per permetterci di vivere ciò che ci siamo prefissati. Ovviamente se non abbiamo compiuto la trasformazione potremmo non incontrare la persona e quindi rimandare ad un tempo più propizio: l’Anima non vive il problema dello spazio-tempo, lo vive la nostra identificazione, il nostro io.

Aprile è un mese in cui possiamo richiamare la nostra Anima Gemella e cercare di sfruttare questo canale perché si manifesti nel reale: trovate tutti i dettagli in Astroscienza PRO

I tempi di manifestazione si diversificheranno a seconda della storia di ognuno di noi. Potrebbe anche verificarsi il ritorno insperato, quello al quale non credevate più, ma che sentivate doveva accadere, perché i tempi sono propizi e maturi.

A maggio si sanciranno unioni di molti tipi, non solo sentimentali, ma per chi tra noi desidera anche incontrare l’amore, questo potrebbe manifestarsi. Se non succede, non disperate: si vede che per voi in questo momento ci sono altre priorità animiche.

La cosa importante è che in aprile riusciate a riconoscere i segnali che vi diranno se ciò che avete davanti è quello che stavate aspettando o uno specchietto per le allodole.

Non sarà una passeggiata, quindi vi invito intanto a iscrivervi ad Astroscienza a questo link:

Vi suggerisco poi di venire alle pulizie e alle attivazioni energetiche,  per ripulire ciò che ancora inspessisce la vostra aura e per attivare al meglio la vostra antenna che emette il segnale di attrazione.

L’attivazione si terrà il 7 aprile, la pulizia energetica si terrà il 21, entrambe alle ore 18.

I giochi partiranno dal 16 con la Luna Piena in Bilancia, che porterà giustizia alle situazioni non concluse, sospese o di dolore mai superato: per questo motivo ho predisposto l’attivazione il 7 aprile.

Per rimanere informati rispetto tutto quello che sta accadendo, vi invito ad iscrivervi al mio canale Telegram: @alessandrabarbiericommunity

Al prossimo articolo

Alessandra Barbieri